I pennacchi dell’Ospedaletto

a cura di Silvia Lunardon e Sandro Sponza
Venezia, chiesa di Santa Maria dei Derelitti
1-20 ottobre 1988

I pennacchi della chiesa di Santa Maria dei Derelitti sono senza dubbio tra le opere più interessanti delle ricche collezioni d’arte I.R.E.: Apostoli, Dottori della Chiesa, Profeti, “popolano” i soprarchi della chiesa veneziana dell’Ospedaletto.

La mostra ha messo in luce l’importanza di questo ciclo pittorico, realizzato a partire dal secondo decennio del Settecento e unico nel suo genere in città, strettamente connesso alla storia dell’edificio sacro per il quale venne concepito e, più in generale, del glorioso passato storico del complesso dell’Ospedaletto. Fra i pittori che parteciparono alla realizzazione di questa campagna decorativa vi è un giovanissimo Giovan Battista Tiepolo

Nel secolo scorso il problema della paternità di alcuni soprarchi divenne oggetto di discussione che coinvolse numerosi critici e storici dell’arte, che diedero vita a una vera e propria querelle che ancor oggi non può dirsi del tutto risolta.

Questo sito utilizza i cookie, se acconsenti all’utilizzo continua a navigare, per maggiori informazioni visita la nostra Privacy & Cookie Policy. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close